READING

Sopravvivere ad ENDGAME: quale futuro per l’...

Sopravvivere ad ENDGAME: quale futuro per l’Universo Marvel?

E’ uscito. L’abbiamo visto. E’ fatta. Il MCU per come lo abbiamo conosciuto finora è arrivato alla sua conclusione. Bella? Brutta? Chi siamo noi che non abbiamo letto mezzo fumetto Marvel in vita nostra per giudicare? Di sicuro Avengers: Endgame è stato un “viaggio”, un bel mattone di tre ore pieno zeppo di personaggi e viaggi nel tempo e frasette più o meno epiche che resteranno nell’immaginario collettivo. Ci resteranno la poderosa battaglia conclusiva, il Thor Lebowski e il finale romantico che ci meritavamo. Anche un po’ di sbadigli, se proprio vogliamo essere sinceri, perchè la prima ora emmezza di Endgame non è proprio una passeggiata di piacere, ma tant’è. In ogni caso l’impressione è che questa fosse l’unica fine possibile per i nostri eroi e comunque, come dicevano i La Quiete, la fine non è la fine.

Ma la domanda che tutti ci stiamo ponendo adesso è: cosa succederà all’interno del Marvel Cinematic Universe? Quale futuro per i supereroi? Riusciranno i cinecomics a restare/tornare sui livelli di successo (economico, di pubblico e critica) degli ultimi due capitoli degli Avengers? Ad oggi sappiamo solo che a luglio uscirà il nuovo Spider-Man: Far From Home e che James Gunn è già al lavoro per il terzo capitolo dei Guardiani della Galassia.

Cerchiamo quindi, dopo un’attenta analisi, di azzardare quali potrebbero essere i new steps in casa Marvel Studios.

Remake

Può sembrare insensato, ma cosa non lo è in questo pazzo pazzo mondo? Stop alle idee originali, stop a nuove avventure e si riavvolge il nastro, ripartendo da capo. A partire da Iron Man del 2008 fino ad arrivare ad Endgame: via ai remake con nuovi attori, nuovi registi, nuovi costumi, nuove armi, nuove battute, nuovi personaggi secondari (per rendere meno ingessato il personaggio di Cap, ad esempio, gli si potrebbe affiancare fin da subito un simpatico pappagallo parlante che lo segue dappertutto). Finora i film Marvel sono stati un successo? Bene, ribeccatevi gli stessi identici film un’altra volta, per altri 12 anni. Durata media dei nuovi film: 4 ore e 45 (25 minuti solo di post-credits).

MSCU (Marvel Sport Cinematic Universe)

Svolta netta da parte dei Marvel Studios che, stanchi di proporre guerre e storie che sventolano apocalissi imminenti, si buttano su un campo più rassicurante e positivo: quello dello sport. Ecco così nascere una nuova serie di film improntata sui successi sportivi dei nostri Avengers preferiti: potremo seguire Hawkeye sfidare Marco Galiazzo nel tiro con l’arco, Black Panther confrontarsi con Usain Bolt e Bruce Renner/Hulk impegnato a scalare la vetta sia nel mondo degli scacchi che in quello del pugilato. Numerosi i cameo di star dello sport, con il capitolo finale che potrebbe proporre una toccante gara automobilistica tra Tony Stark ed un Michael Schumacher in CGI.

Svolta Sovranista

Progetto ambiziosissimo atto però a coinvolgere sempre di più il pubblico: non nascerà un nuovo MCU ma bensì tanti piccoli universi nazionali. Ogni Paese della Terra avrà il suo universo Marvel privato, con i suoi supereroi, le sue storie, le sue caratteristiche. Ovviamente le super star Marvel faranno da collante: Black Panther per l’Africa, Thor per la Scandinavia (?) e così via. Qui sotto potete già vedere una foto dal set di Avengers Uganda, previsto per il 2021.

Baby Avengers

Ve li ricordate i Baby Looney Tunes? Era una serie animata che la WB produsse nei primi 2000 e che aveva come protagonisti dei cuccioli di Looney Tunes: piccolo Gatto Silvestro, piccolo Bugs Bunny eccetera. Lo stesso progetto può essere riproposto dalla Marvel, spostando l’asse verso un pubblico più piccolo (diciamo 0-7 anni). Meno budget per i film, che vedranno i nostri supereroi bambini alle prese con buffe situazioni a scuola e ai giardinetti, e massiccio investimento sui giocattoli tratti dalla nuova saga, che sponsorizzerà anche pappe, Plasmon e Formaggini Mio.

Nouvelle Vague

Con le spalle coperte dal successo di Logan, la Marvel punta tutto sul cinema d’autore e si lascia alle spalle le baracconate per ragazzi degli ultimi anni: il nuovo corso sarà improntato ad un duro realismo d’autore, con l’obiettivo di sbarcare nei Festival più importanti al mondo, da Cannes a Berlino. Ecco quindi il Thor alcolizzato e depresso che vaga senza meta per New York diretto dai fratelli Safdie, un Black Panther sempre più politicizzato che si scontra con la Polizia nel nuovo film di Spike Lee, l’impenetrabile Drax diretto da Lav Diaz e uno Spider-Man nel pieno di una crisi d’identità sessuale al college, tra feste e cuori spezzati, per la regia di Xavier Dolan. Già pronta anche una trilogia di dura critica sullo S.H.I.E.L.D. e i suoi metodi, diretta da Ken Loach.

Marvel vs Capcom

Però i film.

Politica

Il successo di pubblico spinge gli Studios ad un passo storico: l’ingresso in politica. Kevin Feige si candida ufficialmente alle Presidenziali americane del 2020 come indipendente, con Robert Downey Jr. come vice. Jon Favreau guida una campagna mediatica senza precedenti. I punti del programma sono pochi e d’impatto: America, giustizia, armi supertecnologiche e oligarchia.

A caso

La Marvel ormai prima potenza economica al mondo si compra i diritti di qualunque cosa e crea un unico Cinematic Universe che ingloba tutti i film in uscita in sala. Per regolamento ogni film, dalla commedia sentimentale al dramma storico all’horror, dovrà contenere almeno un personaggio legato al mondo Marvel. Sempre più complicati i raccordi tra un film e l’altro, al quale lavoreranno centinaia di sceneggiatori cinesi che lavoreranno 20 ore al giorno in quattro capannoni nella zona industriale di Prato. L’ultimo film di questo nuovo universo è già previsto per il 2045, data in cui, con l’ultima pellicola del MCU 2.0 finirà anche il cinema.

Svolta Ecologista

Forse l’opzione a noi più cara: la Marvel abbandona definitivamente i suoi eroi storici e punta tutto su un messaggio fortemente ecologista. I nuovi volti degli Studios saranno Greta Thunberg e Capitan Planet, che daranno vita alla più grande saga mai realizzata.

p.s. : il nostro voto ad Avengers: Endgame è 6+


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.