READING

6 tentativi di iniziare “True Detective 3...

6 tentativi di iniziare “True Detective 3”

Lunedì sera: torno a casa dal lavoro, mangio una pasta, faccio zapping su Sky e, oh, c’è la nuova stagione di True Detective on demand. Qualcuno ne ha parlato bene. Preparo la coperta e il divano, metto su una tisana e via, me lo guardo! C’è il detective Mahershala Ali interrogato da due sbirri viscidi in merito a un vecchio caso esattamente come succedeva a Rust Cohle nella prima storica stag…….Mi addormento all’istante come se qualcuno mi avesse sparato a bruciapelo un sonnifero da zoo con un fucile da caccia grossa.

Martedì sera: torno a casa dal lavoro, mangio un paio di cose, bevo un tè e, oh, mi ricordo all’improvviso che la sera prima avevo iniziato True Detective 3! Lo avevo cancellato dalla memoria. Bene: faccio una doccia calda e ricomincio da capo il primo episodio. Mahershala Ali viene interrogato da due viscidi sbirri in merito a un vecchio caso che ha poi segnato la sua carriera. Flashback: siamo negli anni ’80, in una zona paludosa di provincia, dove un giovane Mahershala Ali sta fumando sigarette in una discarica con il suo bestie Woody Harrelson e, no, aspetta, non è Woody Harrelson, è un altro att…perdo conoscenza come se qualcuno mi avesse tirato una pala sulla testa.

Mercoledì sera: torno a casa misteriosamente meno stanco dei giorni precedenti e mi dico: hey, questa sera devo categoricamente finire la prima puntata di True Detective 3! Inizio a vederlo prestissimo, alle 9 e qualcosa. Mahershala Ali sta ancora fumando sigarette nella discarica putrescente di un angolo squallido della provincia americana insieme al suo buddy Stephen Dorff. Caspita Stephen Dorff! quello che faceva il Diacono in Blade e la meta-star in Somewhere di Sofia Coppola. Ma che fine aveva fatto? Ma quanto è scarso? Che brocco. Proprio una mezza tacca. Aveva anche girato un film con Uwe Boll. E Uwe Boll cosa starà facendo ora? Che idolo Uwe Boll, un cane scio…mi risveglio sul divano in piena notte. Mi sono addormentato di nuovo.

Giovedì sera: al lavoro è stata una giornata di merda ma all’orizzonte comincia a stagliarsi il profilo del weekend. Ho un invito a un aperitivo ma mi dico: “NO! devo finire True Detective 3!”. Mi barrico in casa, sprango la porta e decido di guardare la puntata mentre ceno. Dopo aver fumato sigarette presso la sudicia discarica nel retro bottega dell’America anni 80, Mahershala Ali e Stephen Dorff ricevono una chiamata dalla centrale: due bimbi scomparsi in circostante misteriose. Si dirigono sul posto attraversando una natura mortifera e un’umanità fetente. I due detective cominciano a interrogare i genitori: due relitti umani, spiaggiati sul bagnasciuga di alcol, divorzi e provincia putrefatta che è la loro vita.  Ad un certo punto Rust Cohle ha una visione in cielo, Marty lo guarda: è il Re Giallo. I due detective si dirigono verso Carcosa per risolvere il mist…mi risveglio di colpo: stavo sognando con la testa appoggiata sul tavolo.

Venerdì sera: rimango direttamente in giro dopo il lavoro. Aperitivo, cena, birra, cocktail, casa. Mi butto sul divano e mi dico: potrei finire di vedere la prima puntata di True Detective 3! Accendo la tv, faccio partire la puntata al momento in cui l’avevo sospesa il giorno prima e collasso all’istante.

Sabato  tardo pomeriggio: rientrato dopo giro pomeridiano, ho un paio d’ore prima di uscire a cena. Beh, this must be the moment, mi dico. Riprendo l’episodio di True Detective 3 da dove lo avevo lasciato giovedì e, nonostante non sia stanco, per arrivare alla fine mi sembra di essere Goku nella stanza spaziale che, con la gravità aumentata del 100%, si trascina per terra al rallentatore soffrendo come una bestia per raggiungere la porta. Mahershala Ali ci prova con un’insegnante, Stephen Dorff non fa assolutamente nulla, i bambini non si trovano, i sospetti ricadono su un barbone che vive in mezzo all’immondizia, Mahershala Ali ha un passato tormentato in Vietnam e….niente, decido di fare un pisolino pomeridiano.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.