Lodge 49

E’ giunto il momento di pagare il giusto tributo a Lodge 49, gioiellino targato AMC disponibile dal 7 agosto su Amazon Prime Video e passato inspiegabilmente in sordina. Se avete voglia di freschezza, di originalità e se volete tenervi alla larga dal banale e dal superficiale, tuffatevi nella visione della serie creata dal debuttante Jim Gavin, che ha tutte le carte in regola per diventare un piccolo cult.

Long Beach, California. Dud (uno splendido Wyatt Russell) è un ex-surfista che non riesce ad affrontare la morte del padre (di cui non è mai stato ritrovato il corpo) e il conseguente fallimento dell’attività di famiglia. Durante un viaggio in Nicaragua Dud è stato morso da un serpente velenoso che lo ha lasciato mezzo zoppo, disabilità di cui si vergogna e a causa della quale arriva a rinunciare all’amato surf. Il protagonista ha una sorella gemella, Liz (Sonya Cassidy), che ha ereditato dal padre un grosso debito con una banca, e deve quindi trovare il modo di saldarlo. Per farlo, Liz lavora senza sosta come cameriera in un ristorante irlandese, guadagnando mance a suon di tette di fuori e mettendo ossessivamente da parte ogni dollaro.

I due fratelli hanno caratteri molto diversi: Dud è un inguaribile sognatore, senza ancora uno scopo nella vita se non recuperare l’attività e la casa di famiglia, pignorata dalla banca; Liz è cinica e senza più speranze nel futuro, incapace di accettare la possibilità di essere felice, buttando così al vento tutte le occasioni che le capitano.

Un giorno Dud trova nella sabbia un misterioso anello e decide di scoprire da dove proviene. Si ritrova così alla porta di una bizzarra confraternita/setta dove Ernie (Brent Jennings), un venditore di attrezzature idrauliche di mezza età, gli spalanca un mondo fatto di birre e cameratismo. Dud si convince di avere una connessione con la Loggia e i suoi strampalati soci, tra i quali spiccano l’anziano capo supremo Larry Loomis (Kenneth Welsh) e Blaise (David Pasquesi), sperando di riuscire, grazie al loro aiuto, a tornare alla sua vecchia vita. Il nostro eroe verrà così a conoscenza degli strani riti che gli adepti della setta portano avanti da tempo, entrando in contatto con l’antica arte dell’alchimia (e tanto, tanto alcol).

È difficile inquadrare Lodge 49 in un genere ben definito: è un dramma che fa riflettere sul senso della vita e sui rapporti umani, è una commedia che fa ridere grazie ad una comicità intelligente e moderna e ha anche un lato mistery, con mille segreti nascosti dietro alla Loggia e alla mafia delle forniture idrauliche (!). Un alone di follia ed un’atmosfera surreale avvolgono i personaggi e gli avvenimenti, con uno stile di racconto vicino ai Coen e al loro Lebowski (Dud…Dude…ci siamo capiti). Da segnalare anche la finezza di affidare il ruolo del capo Loggia a Kenneth Welsh, che noi fan di Twin Peaks meglio conosciamo come Windom Earl, ex-agente speciale dell’FBI che dopo la diserzione si dedica all’occultismo, ossessionato dall’idea di trovare la Loggia Nera. Applausi.

Con Lodge 49 siamo di fronte ad una serie che fa convivere un’anima misteriosa con una grande sensibilità, nella quale il tema dell’esoterismo (con annesse filosofie varie) non è trattato a casaccio ma è frutto di una minuziosa ricerca da parte degli autori. I personaggi poi sono tutti incredibilmente azzeccati, con una sceneggiatura che mantiene il giusto equilibrio tra i momenti bizzarri e quelli commoventi. Il finale lascia letteralmente a bocca aperta (no spoiler), una conclusione di stagione che inseriamo senza indugi tra le più esplosive degli ultimi anni in ambito seriale.

Nel contesto dei prodotti televisivi attuali, dove distopie, fantascienza, supereroi e serial killer spadroneggiano, uno show sul modo in cui la gente comune arranca e tenta di sopravvivere alla realtà quotidiana può considerarsi quasi rivoluzionario. Fidatevi e iniziate il binge-watching di Lodge 49.

Voto 7,5


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.