READING

10 cose assurde su Osho e la sua setta scoperte gu...

10 cose assurde su Osho e la sua setta scoperte guardando “Wild Wild Country”

Credo che possiamo essere tutti d’accordo sul fatto che Wild Wild Country sia uno dei più grossi successi a marchio Netflix del 2018. La docuserie su Osho e i Rajneesh, prodotta dai fratelli Duplass e diretta da Maclain e Chapman Way, oltre ad essere un documento preciso e prezioso su una storia pazzesca è una serie fottutamente divertente, che intrattiene e fa strabuzzare gli occhi puntata dopo puntata per le cose assurde che accadono in quel di Rajneeshpuram.

Wild Wild Country è imperdibile anche perchè attraverso la storia di Osho e la sua gente riesce ad abbracciare un vasto campo di temi importanti, diventando di fatto una critica alla società americana e al way of thinking occidentale in genere. Guru hippie utopista o ciarlatano truffatore? Ognuno può farsi la sua idea, ma noi oggi siamo qui per parlare delle cose più allucinanti, incredibili e a tratti comiche che abbiamo trovato lungo le 6 puntate della serie. Vamos.

1- Per Bhagwan aka Osho la cosa più importante che doveva fare la sua comunità era FATTURARE. Ok la meditazione, ok il sesso libero, ok la libertà dell’uomo ma in primis veniva il cash. All’interno della prima comunità Rajneesh in India venne creata una piccola banca indipendente con tanto di Bancomat.

2- Osho aveva un orologio di diamanti da un milione di dollari. L’orolosho.

orolosho

3- All’interno dell’insediamento dei Rajneesh in Oregon venne creato un laboratorio con scienziati che dovevano occuparsi di sviluppare, tra le altre cose, armi chimiche. Un’epidemia di salmonella che infettò centinaia di persone venne scatenata dalla setta, che andò in una tavola calda e spruzzò il virus sul buffet. Buon appetito.

4- Alcune pratiche dei Rajneesh consistevano in sedute di gruppo che sfociavano spesso in orge o atti isterici incontrollati. Un’istantanea di uno di quei bei momenti:

oshorgia

5- Osho possedeva 99 Rolls Royce. Onesto.

6- Questo è il consiglio che un ex componente della comunità Rajneesh si sente di dare ai giovani dopo essere stato sbattuto fuori da Rajneeshpuram:

oshofroc

7- I Rajneesh dopo aver fondato la loro comunità in Oregon riescono ad ottenere lo status di cittadina e grazie a questo per la Costituzione americana possono avere la propria polizia indipendente. Ecco così che per le strade di Rajneeshpuram compaiono dei bellissimi cops in divisa fucsia. Un sogno.

5a35f7cef21551ee955790dd6bf0fd2e

8- Dopo che tra Osho e la sua segretaria personale Sheela (vero braccio esecutivo di tutta la comunità) scoppia una guerra aperta, Bhagwan rompe un silenzio che durava da ben 4 anni per rilasciare dichiarazioni incredibili come questa fatta in uno show televisivo, tra l’ilarità del pubblico:

osho2

9- La comunità di Osho voleva conquistare politicamente lo Stato, così cercò di vincere le elezioni della Contea. Come fare per raccogliere più voti? Semplice: i Rajneesh andarono a recuperare centinaia di homeless in giro per le città e se li portarono “in casa”, dando loro vitto e alloggio. In cambio di un voto. Ovviamente tutto andò malissimo. Ah, per tenere a bada quest’orda di barboni la setta metteva loro dei tranquillanti nella birra, non sia mai che facessero troppo casino.

10- Sheela, la segretaria-portavoce plenipotenziaria di Osho, aveva in casa sua un passaggio segreto che portava ad un seminterrato con un altro passaggio segreto che portava ad un’altra stanza segreta con un passaggio segreto che portava ad un’altro locale segreto con un passaggio segreto per una stanza con una vasca idromassaggio. #CIAONE


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.