READING

All These Sleepless Nights

All These Sleepless Nights

Ma quanto è cambiata la Polonia? Forse nella testa di molti italiani il paese che ha dato i natali a Polanski e Zulawski è ancora una specie di steppa grigia, povera e cementificata con un paio di monumenti che ricordano l’Olocausto, ma le cose stanno molto diversamente. Derive populiste/identitarie a parte, la Polonia è un paese in pieno boom economico, benestante e tirato a lucido, con una capitale high-tech che sembra Dubai e una nuova generazione di giovani nati dopo l’89 baciata dal denaro e dall’edonismo.

All These Sleepless Nights

Vincitore della miglior regia in un film documentario al Sundance Film Festival 2016, All These Sleeplees Nights di Michal Marczak racconta proprio loro, i ventenni polacchi di oggi, tra party, afterparty, rave e albe di fronte al nuovo skyline della capitale. Al centro del film abbiamo due amici, Krystof e Michal, che attraversano le notti, affamati di avventure e vita. Tra menage a trois, righe di coca, rave techno sulle spiaggie di Danzica e riflessioni esistenziali, i due ragazzi si perderanno e ritroveranno, dentro il grande ventre d’acciaio di Varsavia.

beach

Costruito attraverso una lunghissima serie di micro sequenze girate notte dopo notte dal regista, accompagnato da una colonna sonora techno infinita (qui il link per chi volesse ascoltarla) e caratterizzato da un’atmosfera tra l’allucinato e l’onirico, All These Sleepless Nights danza  – literally – tra gli incubi notturni di Gaspar Noé, lo sfattonismo hipster di Eden di Mia Hansen-Love e la Nouvelle Vague più arty (Godard, Resnais, ma anche Jules et Jim). Classico esempio di non-fiction (come fa figo dire ora), il film è l’ennesimo esempio delle potenzialità del documentario, genere cinematografico ultimamente sempre più ibrido e mutevole, forse l’ultimo in grado di raccontare l’oggi. Monumento non critico agli ardori giovanili, alla musica, ai ricordi e alla notte, All These Sleepless Nights è una finestra su un paese in piena metamorfosi, i cui nuovi giovani (sfatti ma non nichilisti) crescono insieme ai nuovi grattacieli di Varsavia.

All These Sleepless Nights, Michal Marczak, 2016


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.