READING

“72 Dangerous Animals: Latin America” ...

“72 Dangerous Animals: Latin America” è l’anti “Planet Earth”

Qualche sera fa ho fatto un classico scroll su Netflix con sguardo un po’ vitreo e un po’ rassegnato.  The Crown, il documentario di Errol Morris, una serie inguardabile francese che ho mollato dopo il tempo record di 6 minuti (La Mante)…sto per andarmene a letto con mestizia quando i miei occhi mettono a fuoco il titolo 72 Dangerous Animals: Latin America. Dura meno di 40 minuti, qualche bestia tropicale, un nome sborone: malissimo che vada mi addormento. Lo metto su.

Una bomba. La serie-documentario sulla natura più magnificamente zarra che abbia mai visto. Il tipo che narra la storia è al 99% la stesso che quando ero alle medie parlava delle differenze etno-zoologiche tra giungla e città in questo pezzo dance.

Il documentario è organizzato come una specie di fusione tra Tekken e le carte da gioco Quartetto degli anni 70, quelle con i carri armati, le navi, le ruspe, gli offshore, i jets e via dicendo. In pratica il tipo del pezzo dance di cui si diceva sopra elenca alcuni animali PERICOLOSI del Sud America mettendoli idealmente uno contro l’altro. La scelta delle bestie è completamente arbitraria e priva di senso: a sfidarsi nel primo turno sono il giaguaro, il pesce vampiro la vipera ferro di lancia, la scimmia cappuccino(!), la formica gigante e il coccodrillo Orinoco. Chi vincerà??? Chi sarà l’animale più pericoloso e mortale???

Screenshot (35)

Il bomber che vedete qui sopra è uno degli “esperti” che sono stati chiamati a dare un contributo scientifico al problema e ad attribuire punteggi vari. Le descrizioni degli animali, infine, sono accompagnate da un tappeto sonoro METALCORE. Il risultato sembra una versione multimediale di un dibattito tra due teenager strafatti di bong alle 2 del mattino a tema “ma secondo te tra un grizzly e un gorilla chi vincerebbe? Un canguro contro uno scimpanzé? E tra una iena e un rottwailer?” – sfide che tra l’altro non escluderei assolutamente possano materializzarsi nei prossimi episodi, dato che quello su Netflix è solo il primo round delle eliminatorie (LOL).

Insomma non voglio spoilerare ulteriormente. Guardatelo, è un capolavoro, una mina, una bomba, la cosa migliore presente su Netflix in questo momento. Immaginatevi Jeremy Clarkson che prende a bottigliate Werner Herzog e Richard Attenborough e avrete 72 fucking Dangerous Animals Latin America.


  1. Lea

    30 gennaio

    farei l’abbonamento solo per poterlo guardare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *