Burn Burn Burn

Due ragazze vagano per il Regno Unito per spargere le ceneri di un loro amico defunto. Road movie in salsa millennials con riflessioni su vita, morte, sesso e amicizia. Debutto alla regia per la giovane Chanya Button. 

cristo burn

Il ventinovenne Dan è appena morto di cancro. Lascia alle sue migliori amiche Seph e Alex l’urna con le sue ceneri e una chiavetta usb con dei video nei quali spiega alle ragazze dove vuole che siano sparsi i suoi resti. Le due amiche partono per un tour around the UK, visitando i posti cari a Dan e scoprendo attraverso le sue video-confessioni la vera natura della loro amicizia e, forse, di loro stesse.

Burn Burn Burn è un’opera prima che si può banalmente etichettare sia come road movie che come dark comedy. Le due protagoniste Laura Carmichael (la Edith Crawley di Downtown Abbey) e Chloe Pirrie (vista anche in Youth di Sorrentino) sono una coppia perfetta e hanno quell’accento brit che oscilla tra lo sboccato e il posh che fa innamorare all’istante. Cazzate a parte, il film dell’esordiente Chanya Button (scritto da un’altra giovane esordiente, Charlie Covell) diverte e trascina, partendo da una premessa standard e piuttosto banale per arrivare a dipingere un ritratto malinconico e veritiero di una generazione confusa e persa tra dubbi e paure. Le autrici dribblano agilmente il rischio patetismo che sarebbe potuto nascere dalla presenza dei video dell’amico morto per concentrarsi sulle due protagoniste e sui loro tormenti. Alex ha appena beccato la sua ragazza tradirla in flagrante sul divano con una sconosciuta, Seph è frustrata da un fidanzamento con un ragazzo bellobravogentile che non ama e dal lavoro di babysitter che la fa impazzire. Il viaggio per le colline inglesi, fino ad arrivare in Galles, servirà alle ragazze come terapia, tra hippie fulminati, sbronze, autostoppisti e tanti, tanti errori madornali.

Il film della Button è divertente e malinconico quanto basta e, cosa più importante, riesce a farci voler bene a quelle due teste di cazzo delle protagoniste con facilità. Per Seph e Alex non c’è un lieto fine, non c’è nemmeno una vera fine, c’è solo un futuro fatto di mille punti interrogativi e un’unica, inossidabile, certezza: la loro amicizia.

Il film è disponibile su Netflix col titolo italiano Le ceneri di Dan.

Burn Burn Burn, 2015, Chanya Button


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.