La Rivière

Emanuel Carrére permettendo, Michel Houellebecq è il più importante scrittore francese contemporaneo. Controverso, provocatore, brutto come la morte, cinico, islamofobo, misogino, tutto e niente, Houellebecq ha scritto alcuni dei libri più importanti della letteratura transalpina recente come “Le particelle elementari”, “Piattaforma” e “La carta e il territorio”. E come dimenticare “Sottomissione“, il libro scandalo sull’Islam la cui data di uscita coincise con la strage di Charlie Hebdo? Vabbè. il buon Michel nel tempo libero si è sempre dilettato in altre arti come la musica, la poesia e il cinema. L’outsider di questa settimana è proprio un suo cortometraggio.

Vl7RzzK

Oltre ad aver girato la trasposizione cinematografica del proprio libro “La possibilità di un’isola” (film che venne massacrato e insultato da praticamente tutti i critici), Michel Houellebecq ha scritto e diretto “La Rivière“, curioso cortometraggio del 2001. Il film fa parte di un progetto di Canal + chiamato “L’erotisme vu par…”, il quale si compone di sei cortometraggi dedicati al sesso. Il corto di Houellebecq è ambientato in una sorta di paradiso bucolico abitato solo da donne lesbiche, che per 16 minuti circa si danno piacere in svariati modi. “La Rivière” è interessante per diversi motivi. Innanzitutto è una perla imperdibile per i fan dello scrittore francese, che possono qui osservare il loro beniamino portare avanti il discorso sul sesso che da sempre anima i suoi libri. Il cortometraggio mostra infatti un ideale universo arcadico in cui il maschio non  esiste più e le donne possono rifondare una nuova specie. Eliminato l’uomo – sembra dirci Houellebecq – le donne si danno alla pazza gioia tra cunnilingus e slinguazzate saffiche varie. Inoltre, La Rivière è anche un piccolo bignami di porno softcore niente male: la scelta di mostrare le ragazze mai completamente nude permette allo scrittore di creare una notevole atmosfera erotica. Insomma, Houellebecq + sesso + natura selvaggia = piccola gemma bizzarra. A vobis. Ah, prima di guardarlo sappiate che è molto NSFW, quindi ecco, magari non guardatelo At Work.

A voi, La Rivière:


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.