Baskin

E’ turco quello che sarà sicuramente uno degli horror più belli dell’anno. 5 poliziotti cadono nelle mani di una setta sanguinaria che vive sottoterra. E se la vedono bruttina…
baskin-movie-image-2

Questa settimana con l’Outsider abbiamo deciso di pestare duro (come dicevano i metallari una volta). Vi presentiamo infatti un film nuovo di zecca che arriva da una terra apparentemente lontana come laTurchia e no, non è un mattone di Ceylan. E’ un horror. Un dannato horror turco firmato da Can Evrenol. Il titolo da segnarvi sull’agendina è Baskin.

Dopo la proiezione all’ultimo Film Festival di Toronto si è fatto molto rumore intorno alla pellicola di Evrenol e aspettavamo la sua uscita con molto interesse. Interesse che è stato pienamente ripagato con uno degli horror più d’impatto degli ultimi anni. Baskin racconta la storia di cinque poliziotti che si ritrovano dopo una serie di disavventure a perquisire un vecchio edificio di campagna abbandonato, scoprendo che nei sotterranei vive una setta sanguinaria capeggiata da un nano mostro deforme che viene venerato come un dio. Ovviamente i police se la vedranno bruttissima.

Evrenol in Baskin riesce a far convivere alla perfezione tensione ed atmosfera con sangue e violenza, dando anche quel tocco di surrealismo (attraverso i sogni del poliziotto “protagonista”) che rende il tutto ancora più appetitoso. Il nano deforme è uno dei mostri più belli e ben confezionati visti in ambito horror negli ultimi 10 anni (esageriamo, è il caso) e la sua entrata in scena è incredibile. C’è un po’ di Eli Roth, c’è tanto Fulci ma c’è molto molto di Evrenol, che evita di far l’americano e si tiene saldo alla realtà turca. L’inferno che scoprono i poliziotti sottoterra è davvero qualcosa che lascia il segno nello spettatore. Un inferno talmente allucinante che ci lascia estasiati e quasi ci attira verso di sè, attraverso l’innegabile fascino del nano mostro Dio deforme, al quale dopotutto ci inchineremmo volentieri. Ve lo diciamo con abbastanza sicurezza: Baskin sarà uno dei 5 horror dell’anno.

Cercatelo, guardatelo, soffrite e godete.

Baskin, 2015, Can Evrenol


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.