READING

Ich seh, Ich seh

Ich seh, Ich seh

Dall’Austria un film del quale, speriamo, sentirete parlare presto. Una madre, due bambini, una casa. Pochi elementi che bastano a Franz&Fiala per regalarci ansia e terrore…
pagina-outsider-immagine-1

E’ la prima volta dell’Austria tra i nostri Outsider. Uscito fuori confine col titolo internazionale di Goodnight Mommy, il film di Veronika Franz e Severin Fiala è uno degli horror/thriller più affascinanti dell’anno e merita grande attenzione, anche perchè non solo è stato proiettato in anteprima a Venezia l’anno scorso, ma perchè sul Lido ci sarà anche quest’anno (non chiedeteci come mai), l’11 di Settembre.

Thriller psicologico più che horror, Ich seh, Ich seh narra la storia dei fratellini Lukas ed Elias, che vivono insieme alla madre in una grossa villa in campagna. La madre, star della tv, è reduce da un intervento al viso e indossa perennemente delle bende in faccia. Col passare del tempo i due bambini iniziano ad avere sempre di più il sospetto che sotto quelle bende non si nasconda loro madre. La tensione verrà spezzata a metà film, quando le bende abbandoneranno il viso della madre. Ma il vero incubo deve ancora arrivare.

Equiparabile per atmosfera a We need to talk about Kevin, il film austriaco parte in sordina lanciando gustose esche allo spettatore e lasciandolo nell’illusione di aver compreso la realtà delle cose, per poi trascinarlo con forza in un vortice di violenza e cruda follia. Ich seh, Ich seh riesce a togliere il respiro e a sorprendere nonostante un paio di scene “telefonate”. Saremo malati e sadici ma il senso di claustrofobia e disagio che regalano pellicole come questa ci piace, ci piace molto. Buona visione.

Ich seh, Ich seh, 2014, Veronika Franz e Severin Fiala

 


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.