READING

Allucinazione perversa

Allucinazione perversa

Il film più particolare di Adrian Lyne, un viaggio oscuro nella mente di un uomo tormentato da un passato tragico, tra la guerra del Vietnam e la perdita del figlio…
pagina-outsider-immagine-1

Adrian Lyne è un regista dalla carriera breve, strana e un po’ inspiegabile. Come sia riuscito nel giro di 7 anni a passare da Flashdance al film che vi presentiamo oggi è un mistero, ma in mezzo è riuscito anche a beccarsi una candidatura all’Oscar come miglior regista per Attrazione Fatale e a girare un film di poco conto come 9 settimane e 1/2. Sta di fatto che nel 1990 prende un soggetto di Bruce Joel Rubin (uno che nello stesso anno ha scritto una roba come Ghost) e tira fuori Jacob’s Ladder, da noi Allucinazione Perversa.

Siamo di fronte ad un film allucinato e allucinante. Tim Robbins interpreta Jacob Singer, un impiegato delle poste reduce dalla guerra in Vietnam che, separato dalla moglie dopo la morte del figlioletto (un pivellissimo Macaulay Culkin), vive una vita tormentata insieme a Jezebel (l’affascinante e rimpianta Elizabeth Peña). I fantasmi del passato, legati soprattutto ai ricordi della guerra, fanno cadere lentamente Jacob in una spirale di allucinazioni e visioni dalla quale farà sempre più fatica ad uscire, mescolando realtà, sogno e fantasia, finendo col non riuscire più a distinguere l’una dalle altre.

Jacob’s Ladder è un film che colpisce per il modo in cui riesce a descrivere ciò che passa per la mente di un uomo tormentato dalle tragedie che ha vissuto. Il Vietnam e la morte del figlio sono due ricordi strettamente legati che creano mostri (veri e propri), complotti, realtà parallele che non esistono. Dal punto di vista visivo e della narrazione il film di Lyne è stato fonte di ispirazione per molte opere cult degli anni successivi: dal videogame Silent Hill (che ne ha ripreso i mostri e le creature) a film comeRequiem for a dream e addirittura Il Pasto Nudo di Cronenberg, uscito un anno più tardi. Allucinazione perversa è il classico film che DEVE essere visto almeno una volta nella vita.

Allucinazione perversa, 1990, Adrian Lyne


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.