READING

Don’t look now

Don’t look now

Una splendida e oscura Venezia fa da sfondo a questo indimenticabile thriller psicologico di Nicolas Roeg, con protagonisti Sutherland e la Christie che dovranno affrontare misteri ed episodi inquietanti in Laguna…

pagina-outsider-immagine-1

E’ Natale e quindi cerchiamo il più possibile di stare in tema. In realtà avremmo voluto virare su qualcosa di più natalizio con dei babbi natali o qualcosa con la parola Natale nel titolo ma siccome non abbiamo trovato niente che potesse guadagnarsi il posto tra gli Outsider ci siamo buttati su questo film clamoroso di Nicolas Roeg datato 1973 (che comunque nel titolo italiano contiene le parole ROSSO e DICEMBRE, che ci incastrano con la nascita del bambin Gesù). Donald Sutherland e la bellissima Julie Christie sono una coppia che per lavoro si trova in Laguna. Ancora scossi dalla morte della piccola figlia, si troveranno in mezzo ad una serie di eventi misteriosi, tra inquietanti vecchie, fantasmi del passato che riaffiorano e un serial killer che sparge morte per la Serenissima.

A Venezia…un Dicembre rosso shocking (Don’t Look Now il titolo originale) si tinge di horror ma in realtà nasconde una riflessione profonda sull’elaborazione del lutto e sui rapporti di coppia. Una Venezia cupa e minacciosa è la protagonista assoluta del film, che vi resterà in testa a lungo soprattutto grazie ad un finale shock. Insomma, un filmone d’annata per passare bene la settimana di Natale e mandare via un po’ di gioia dal cuore.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *