Somnambulance

In un paesaggio freddo e surreale, una giovane ragazza e il padre vivono una vita tra sonno e realtà, con l’orrore della guerra sullo sfondo. Un film “grosso”, girato in maniera sorprendente…

pagina-outsider-immagine-1

Dicembre, tempo di freddo e neve. E così per sentirci in linea con il meteo questa settimana per l’Outsider ci trasferiamo al nord, in Estonia, terra non particolarmente nota per la sua attività cinematografica, ma che come tutti i Paesi dell’est ha qualche autore interessante che aspetta solo di essere scovato. Sulev Keedus (classe 1957, nato a Tallinn) è un documentarista estone che nella sua trentennale carriera da regista ha realizzato solo 4 lungometraggi di fiction, ma che tra il 2000 e il 2003 si è fatto notare con due bellissimi e ipnotici film come Georgica e Somnambuul. Ed è quest’ultimo che vogliamo presentarvi oggi.
1944, Estonia. In tempo di guerra la popolazione scappa dai villaggi e cerca riparo in posti più sicuri (come la Svezia, grande sogno della protagonista). La giovane Eetla (una favolosa Katariina Unt) e il padre, guardiano del faro, restano invece presso la loro casa, ritrovandosi a vivere una vita surreale, fatta di attesa e speranze, nella quale ogni legge e ogni logica sembrano sospese. Keedus sfruttando il tema del sonnambulismo dipinge un mondo distorto, a tratti magico ed ovattato, sempre in bilico tra sogno e fredda (a tratti cruda e violenta) realtà, seguendo la lucida follia e i turbamenti di Eetla, la rassegnazione del padre, manipolando spazio e tempo per rendere gli spettatori partecipi della confusione nella quale viva la ragazza protagonista. Un film difficile, con Sokurov dietro l’angolo, a tratti quasi insostenibile nel suo loop di gesti e silenzi, ma che ha la forza di entrarti dentro come una lama nel burro, lasciandoti piacevolmente inquieto. Insomma, un altro Outsider che serve in primis per farvi capire il nostro altissimo livello culturale, checchèsenedica negli ambienti parigini.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.